Testatina
Binocolo Swarovski Optik CL Pocket
€ 750,00

I binocoli che sono sempre a vostra portata di mano, qualunque cosa facciate durante la stagione della caccia o dovunque...

Lo "Sciliar" e i suoi paesaggi

Una bella attraversata

Giudizio su questo itinerario: stelle

Punto di partenza: Compaccio (1844 mt.)
Itinerario a prima vista: Compaccio - Rifugio Bolzano – Tuff Alm - Fié
Dislivello: ascensione 750 mt., discesa 1570 mt.
Punto più elevato: Rifugio Bolzano (2450 mt.)
Ore di cammino: 6 - 7 ore
Lunghezza del percorso: circa 10 chilometri
Difficoltà: difficile
Consigli ed indicazioni utili: quest’escursione in montagna non è affatto difficile, ma alquanto lunga e quindi consigliabile ad alpinisti abituati a comminare!
Descrizione dell’itinerario: da Compaccio (1844 mt.; fino a qui in macchina o in autobus), camminiamo sul sentiero numero 7 ed S attraverso i verdi prati dell’Alpe di Siusi fino al Rifugio Saltner (1820 mt.). Qui si estende il Blumengarten (trad. giardino di fiori), uno dei più begli alpeggi del mondo. L’Alpe di Siusi con l’imponente Sciliar, la porta del mondo delle Dolomiti, si erge sotto un cielo sempre incredibilmente blu. In seguito percorriamo il sentiero numero 1 a zig-zag fino all’altopiano dello Sciliar ed il Rifugio Bolzano (2450 mt., baita aperta d’estate). Il tramonto allo Sciliar: il Catinaccio scintilla di rosso ed il paesaggio è attraversato dai corsi dei fiumi color argento. Ai nostri piedi la Val d’Isarco, la conca di Bolzano e l’Oltradige con i bellissimi vigneti; sullo sfondo il meraviglioso paesaggio dei ghiacciai. Godiamoci il silenzio della natura e la vista sull’intero Alto Adige. Un luogo storicamente importante è Monte Castello, posizionato poco più a nord, un preistorico luogo di sacrificio: nel 1945 alcuni studiosi di Bolzano trovarono in questa zona delle schegge di vaso dell’età del ferro ed alcune monete romane. – Dal sentiero numero 1 si scende alla Malga Seggiola (1840 mt., ristoro), per proseguire sul “Prügelweg” attraverso la gola dello Sciliar – un’avventura particolarmente entusiasmante. Dopo aver attraversato i ripidi pendii rocciosi, il susseguente ponte di legno ci fa varcare lo scrosciante fiume montano nella profonda gola rocciosa. In seguito camminiamo in mezzo ai boschi di larici fino alla baita della Tuff Alm; prima di riprendere il cammino sul sentiero 1 e scendere a Fié, ci godiamo il meritato riposo (880 mt.). Da qui prendiamo il bus fino a Castelrotto.
Cartine geografiche: Kompass, foglio 54 (Bolzano) e foglio 55 (Cortina d'Ampezzo - Marmolata - Ortisei)

Vota questa salita
stella
stellastella
stellastellastella
stellastellastellastella
stellastellastellastellastella

Foto: M. Schgaguler

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Pantalone lungo Staff Jersey unisex

€ 35,50

Crema all'olio di marmotta Unterweger

€ 11,00

Carrellino per bici Bob Yak Cargo

€ 485,00
€ 412,00