Testatina
Lampada Lupine Piko X4
€ 282,00

Piko X4 è più piccola di una scatola di fiammiferi e assieme la batteria pesa solo 200 g. La lampada ideale a lunga dura...

chiudi

Salite dell'Alto Adige: Passo Valparola

altimetria

Km % media % massima
13,20 5,85 11,00
Quota iniziale Quota finale Dislivello
1.420 2.192 810

Mappa percorso
Cartina Kompass 624

Per visionare l'itinerario clickate con il mouse sopra la cartina e trascinatela nella direzione desiderata.

Giudizio su questo itinerario: stelle

Itinerario di grande respiro in cui si attraversano vallate spaziose e luminose foreste nordiche dominate da imponenti pareti dolomitiche e dalle incancellabili tracce della Grande Guerra. Il paese di La Villa non ha molto in comune con i paesi di fondovalle, solitamente chiusi tra le montagne e ombreggiati. Il punto di partenza già lascia intuire i grandi spazi di cui è generosa la salita al Passo di Valparola con cui si oltrepassano i confini di regione e di lingua. Appena partiti dal bivio tra la SS 244 e la SP 37 (presso Ufficio Turismo Alta Badia), ci si lancia in una breve discesa con cui si guadagna la velocità per superare agilmente e in doppia curva il ponte sul torrente Gadera e affrontare con un po' di slancio i primi due tornanti della frazione di Cianins.
Dopo questo breve tratto, con pendenze intorno all'8%, la strada volge verso SSE puntando verso l'anfiteatro di cime dolomitiche che stringono il Passo di Valparola. Dopo il primo chilometro, il percorso diventa più morbido (3-4%) snodandosi attraverso ampi prati e pittoresche abitazioni badiote disseminate sui pendii.
Dopo altri 2,5 Km si raggiunge il paese di San Cassiano che è possibile superare attraversando il centro chiuso al traffico automobilistico o vincendo la veloce bretella a ovest (tratto centrale al 3,6 %) cui segue un breve tratto al 7% con cui si guadagnano le ampie distese a monte del paese. Di qui poche dolci curve seguite da lunghi tratti rettilinei consentono di passare a fianco dello storico Hotel Armentarola (5,3 Km dalla partenza) noto per la sua invidiabile e soleggiata posizione, avvicinandosi, con pedalata leggera e lunga, alle crode delle Conturines, del Sasso della Stria e del Setsass. Un lungo ponte quasi pianeggiante consente di attraversare il greto desertico del Sarè fino all'omonimo camping sulla sinistra. Appena superato il campeggio la strada affronta la curva che con pendenza di nuovo crescente punta al primo tornante del passo (7%). La pendenza si mantiene costante fino al 4° tornante e i rastremati abeti della profonda foresta lungo la strada assicurano un utile ombreggiamento, pur regalando grandi scorci su quasi tutta la Val Badia. A nord l'enorme parete del Bandierac e delle Conturines sminuisce lo sforzo delle pedalate ma la luce che proviene dall'ampio varco della meta regala soddisfazione per la quota che in questo tratto si guadagna a vista d'occhio. In corrispondenza del confine la strada si mantiene a sud e riduce brevemente la pendenza al 4-5% per poi riprendere ad arrampicarsi al 8-9% fino poco oltre la cappella dei caduti (Cortina di Soldàs, 2.016). Dopo un altro chilometro, si attaccano i 4 tornanti finali che, con pendenze intorno al 7-8% e qualche strappo al 12%, si districano tra grandi massi franati e un paesaggio sempre più lunare, fino a quando, con pendenza progressivamente decrescente (4-5%), si raggiunge la sommità del passo di Valparola. Di qui si apre la vista mozzafiato sul Averau, la Marmolada, le valli verso Arabba e il Passo Falzarego.

Vota questa salita
stella
stellastella
stellastellastella
stellastellastellastella
stellastellastellastellastella

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Maglia Odlo Shirt l/s crew neck EVOLUTION WARM (uomo)

€ 69,90
€ 59,00

Orologio GPS Garmin Fenix 3

€ 479,00
€ 407,00

Sella Fi'zi:k Aliante Gamma

€ 119,00
€ 95,00