Testatina
Borse BRN a bisaccia
€ 38,00

Borse a bisaccia truck in tessuto antiacqua.

Sette giorni per sette valli


Assieme a Maria Canins, la poliedrica atleta che ha affrontato con successo oltre allo sci di fondo, il ciclismo e la mountain bike, pedaliamo tra vette e crode dalla valle dell'Adige alla Pusteria. Una settimana impegnativa tra boschi e paesaggi infiammati dagli splendidi colori dell'autunno.

Fra le quinte dei loro magnifici scenari di pietra, le Dolomiti catturano migliaia di escursionisti in primavera e in estate e altrettanti sciatori in inverno. Ma c'è una stagione che sfugge al calendario delle ferie: l'autunno. La dedichiamo al Rampichino proponendo una traversata che collega valli, valichi e cime quando fra questi monti torna ilsilenzio, dopo la chiassosa parentesi estiva. I boschi diventano d'oro. Il fieno è già nelle stalle. I gerani sui davanzali delle finestre godono l'ultimo sole prima di essere messi al riparo. Le funivie sono ferme e nei paesi di fondovalle le con unità hanno ritrovato la propria tranquillità. E il momento in cui le Dolomiti tornano a essere della gente che le abita e perfino una cittadina caotica e snob come è Cortina d'agosto, si trasforma in una comunità semplice e ospitale.
In questa stagione, più delle splendide montagne nate dal mare, i protagonisti del paesaggio sono i boschi, che colorano gli alpeggi con un ventaglio di tinte intense che va dal giallo pallido al rosso acceso. Nelle limpide e calde giornate che precedono l'inverno, i profili delle rocce ormai perfettamente pulite dalla neve si stagliano contro il cielo, lambite alla base da foreste di larici dorati misti ad abeti scuri e betulle rosso fuoco. E' l'occasione di scoprire le Dolomiti vere, quelle che solo i ladini conoscono. Per questo ci siamo fatti accompagnare da Maria Canins, la "mammina volante" della Val Badia che nella lunga carriera sportiva ha mietuto successi nello sci di fondo (una Vasaloppet, 15 volte campionessa italiana), nel ciclismo (2 Tour de France, 1 Giro d'Italia, medaglia d'oro mondiale a squadre) e in mountain bike (2 volte campionessa del mondo e 2 volte campionessa italiana). Uno sport,quello della "bici da montagna", che lo scorso agosto, con l'oro olimpico di Paola Pezzo ad Atlanta, è tornato saldamente nel cuore degli italiani.

Una lunga pedalata attraverso le Dolomiti

Un itinerario di 212 chilometri, suddiviso in sette tappe. Una lunga e impegnativa traversata che affronta considerevoli dislivelli. La partenza da Egna in val d'Adige e l'arrivo a Dobbiaco in val Pusteria, coincidono con una stazione ferroviaria dove è possibile il collegamento "treno+bici". E' vietato uscire con la bicicletta dai sentieri. All'interno delle aree protette (Parco di Fanes) è consentito pedalare solo sulle strade larghe un metro e mezzo e oltre.
L'Apt dell'Alto Adige (0471/993808), in collaborazione con l'Apt della Val di Fiemme (0462/241111) e quella della Val di Fassa (0462/573122), ha in progetto di segnalare l'intero percorso e coinvolgere gli operatori locali per creare un sistema organizzato di assistenza al ciclista.
Per maggiori informazioni e per la prenotazione degli alloggi ci si può rivolgere direttamente agli uffici turistici situati lungo l'itinerario: Egna (0471/812373), Cavalese (0462/241111), Campitello (0462/750500), Selva Gardena (0471/795122), La Villa Badia-San Cassiano (0471/847037), San Vigilio di Marebbe (0474/501037), Cortina d'Ampezzo (0436/2711), Consorzio turistico Alta Pusteria (0474/913156).

Testi: Giulia Castelli Gattinara
Foto: Mario Verin
Tratto da Airone N° 186 - ottobre 1996
Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Orologio GPS Garmin Fenix 3

€ 479,00
€ 407,00

Sella Fi'zi:k Aliante Gamma

€ 119,00
€ 95,00

Carrozzina multifunzionale Thule Chariot Lite

€ 647,00
€ 583,00