Testatina
Crema antirughe Abbazia di Novacella con fiori di melo
€ 19,40
€ 15,50

Questa crema all'estratto di fiori di melo ridona elasticità e tono alla pelle. Il Tocoferolo (Vit. E) e l'estratto di p...

Impianti solari per scaldare l'acqua.

L’energia resa disponibile dal sole in Italia oscilla tra 1200 e quasi 1800 kWh/m2, quindi con una differenza tra nord e sud che oscilla intorno al 40%, ma che assicura in entrambi i casi la copertura del fabbisogno d'acqua calda domestica. In pratica un impianto solare termico consente di risparmiare fino all’80% delle spese per l’acqua calda sanitaria e poco oltre il 40% per quella degli impianti di riscaldamento. Il principio di funzionamento è piuttosto semplice: all’interno dei pannelli solari circola un liquido termovettore che per mezzo di tubazioni viene condotto ad un serbatoio contenente l’acqua che si desidera scaldare. Il liquido termovettore cede il suo calore all’acqua che in questo modo può essere scaldata fino a temperature di 60-70°C. (l’acqua utilizzata per la doccia solitamente non supera i 40-45°C.). Per ogni metro quadro di pannello solare termico si necessita un serbatoio di 50-80 litri. Il serbatoio è dotato di un termostato che controlla che l’acqua non scenda ad una temperatura inferiore ai 40°. Qualora ciò avvenisse, l’acqua viene immessa nel circuito sanitario attraverso la caldaia (a metano o elettrica). Il pannello quindi non solo fa risparmiare corrente elettrica o gas metano, ma prolunga anche la vita della caldaia. Seppure in misura minore, il pannello è capace di scaldare l’acqua anche in condizioni di cielo nuvoloso. Inoltre è utile ricordare che l’acqua calda prodotta dal sole non serve solo gl’impianti sanitari, ma può essere impiegata anche per il riscaldamento (p.es. con riscaldamento a pavimento).

Tipologie di pannelli solari termici
Collettori solari piani vetrati il pannello solare classico, con ottimi rendimenti in tutte le stagioni; poco adatti per utilizzo limitato a pochi mesi all’anno
   
Collettori solari sottovuoto ottimi rendimenti in tutte le stagioni dell’anno e in climi rigidi grazie ad sofisticato sistema di coibentazione
   
Pannelli solari con serbatoio integrato esistono versioni compatte anche per utilizzo invernale o climi rigidi; sono facilmente installabili e trasportabili; piuttosto economici
   
Pannelli solari scoperti impiego prevalentemente estivo, adatti per scaldare piscine, richiedono temperature di esercizio di almeno 20°C; di facile installazione e molto economici


Dimensionamento e resa

Il rendimento di un pannello solare termico dipende da diversi fattori quali il clima, la posizione geografica, l’orientamento ecc., ma in media si può calcolare che un m2 di pannelli produca quotidianamente 80-100 litri di acqua calda (temp. Minima 40° in inverno e fino a 60-70° in estate). Partendo da un consumo medio di 30-35 litri d’acqua calda al giorno per famiglia, la tabella sottostante riporta il dimensionamento dei pannelli e la capacità del serbatoio in funzione del numero di persone (orientamento dei pannelli: SUD; uso: domestico; località: Italia):

nr persone superficie collettori (m2) capacità serbatoio (litri)
1 - 3 1,8 - 2,6 130 - 150
3 - 5 3,6 - 7,8 200 - 300
6 - 8 5,4 - 7,8 300 - 450



Consigli utili

La redditività dei pannelli solari dipende sia dal costo dei pannelli stessi che dai costi di installazione. Quest’ultimi dipendono molto dall’accessibilità del tetto, dalla tipologia dello stesso (terrazzato, a tegole, piano, ripido ecc.). Per questa ragione è utile ricordarsi di: - rivolgersi a ditte specializzate e comprovata serietà - farsi fornire un preventivo comprensivo dei costi di installazione - farsi rilasciare una dichiarazione scritta sul rendimento termico dei pannelli da installare.


Cifre a confronto

Un impianto solare termico che produca 850 kWh/m2 sostituisce il consumo di quasi 100 litri di olio combustibile, più di 100m3 di gas metano, 950kWh di corrente elettrica e riduce la emissioni di CO2 di ca. 300kg. Il costo medio di installazione di un impianto solare termico capace di coprire il 70% del fabbisogno di acqua calda di una famiglia di 4 persone va da 2.000 a 3.000 €. Tale cifra può essere ammortizzata in media in 7 anni, dopodichè l’acqua calda è pressoché gratuita, soprattutto se si considera che i combustibili fossili si pagano in funzione della quantità consumata, mentre il pannello, oltre ai costi di installazione, ha una manutenzione minima e i raggi del sole sono gratis.

Home
Italiano
Deutsch
Scrivici
Impressum
Privacy
Casanova

Cuscino basso Naturwoll

€ 54,00

Crema all'olio di marmotta Unterweger

€ 11,00

Piumino Daunex 3 punti di calore Siberiano Medium

€ 239,20